HERA – La leggenda della dea del matrimonio

Era era la moglie di Zeus, la regina dell’Olimpo e la dea del matrimonio olimpico. Pertanto, è anche il dio più associato alla famiglia e al benessere di donne e bambini. Il suo matrimonio fu sfortunato, comunque, perché Zeus aveva molti affari. Hera era gelosa e vendicativa, assicurandosi di dare a ogni compagno un momento difficile.

Il ruolo di Hera

Dopo l’estensione dell’adorazione, Hera è una dea molto antica, forse anche prima di Zeus. In realtà, si presume che non conosciamo nemmeno i loro veri nomi. “Hera” è in realtà un titolo che viene solitamente tradotto come “padrona” o “padrona”. La compagna romana di Hera, Giunone, la dea che ha dato il suo nome a giugno, è ancora oggi il momento più popolare per il matrimonio.

Rappresentazione e simbolismo

Hera è generalmente raffigurata con Zeus come una donna vestita matronalmente di una bellezza solenne, che indossa una corona cilindrica nota come una semplice o floreale disposizione e velo. A volte indossa un melograno e uno scettro a cucù – il primo è un simbolo di fertilità, il secondo un segno di come è stato sedotto da Zeus. È anche spesso accompagnato da un pavone, uno dei suoi animali sacri.

soprannome

Omero si riferisce spesso a Hera come “con gli occhi da mucca” e “armati di bianco” – che è il suo soprannome più famoso. A volte viene chiamato “vergine” perché si crede che si bagni in primavera ogni anno per rinnovare la sua verginità.

famiglia

Era nata dopo Hestia e Demetra ed era la più giovane delle tre figlie di Crono e Rea e il suo terzo figlio in totale. Ade, Poseidone e Zeus – in quest’ordine – sono i suoi fratelli minori. Tuttavia, poiché lui, come tutti i suoi fratelli, fu inghiottito dal padre alla nascita, tranne Zeus, e in seguito rilasciato per la reincarnazione, a volte viene indicato come la primogenita di Crono e Rea. Certo, perché Titano deve svuotare lo stomaco dei bambini nell’ordine in cui non li mangia.

Archetipo della coppia: Era e Zeus

Come guardiana del matrimonio e coppia di re di divinità e uomini, Hera non aveva altra scelta che essere una moglie fedele. Sebbene sia bella, non molti uomini – e non un solo dio – osano stringere la mano a lei. Endimione ci provò una volta, ma Zeus lo maledisse per il sonno eterno. Ixion se la cavò ancora peggio: Zeus gli fece amare le nuvole che si erano formate dopo l’immagine di Era e ordinò a Hermes di legarla alla ruota del fuoco.

In generale, Hera Zeus diede quattro figli: Ares, il dio della guerra, Eilithyia, la dea del lavoro, Hebe, la dea dell’eterna giovinezza, e Efesto, il dio del fuoco.

Era, una donna vendicativa

Zeus ingannò Hera per sposarsi. Sapendo che la dea amava gli animali, si trasformò in un cuculo depresso e non tornò alla sua forma originale finché Hera non portò la povera creatura al suo petto per scaldarlo. Hera si vergognava di essere usata e accettò di sposarsi.

Hera sfida Zeus

Tuttavia, si è rivelato sfortunato. Zeus è brutale e crudele con tutti. Incapace di resistere, Hera escogitò un piano di vendetta con Poseidone, Atena e forse diverse altre divinità. Stordì Zeus e lo legarono al suo letto e rubarono il fulmine. Tuttavia, Thetis chiamò Briareus e riuscì a liberare rapidamente Zeus, che era poi impietoso per l’urbanista principale: appendeva Era dal cielo con una catena d’oro.

Per liberarsi, Hera giurò di non ribellarsi mai contro suo marito. Quindi rivolse la sua rabbia all’amante di Zeus e alla sua progenie e divenne una donna gelosa e vendicativa.

Hera e Semele

Ad esempio, inganna Semele per costringere il suo amante – di cui sa di essere Zeus – a rivelarsi a lui in tutta la sua gloria. Perché la gente non può vedere Dio senza bruciare, Semele scompare.

Hera e Callisto

Poi trasformò Callisto in un orso dopo l’ultimo figlio di Zeus, Arcas. Dopo qualche tempo, proprio mentre Arcas uccide inconsciamente sua madre, Zeus solleva Callisto e suo figlio verso il cielo come costellazioni dell’Orsa Maggiore e dell’Orsa Minore, i Grandi e Piccoli Orsi.

Hera e ritardare la nascita

Hera non permise alla figlia Eileithyia di partecipare alla nascita di Apollo e rinviò nove giorni e nove notti. Amico, ha fatto lo stesso con Herakles; In questo caso, il ritardo fa sì che Herakles ascenda al trono di Argolid.

Era, dea invano

Come la maggior parte delle altre dee greche, Hera è leggermente offesa nella sua bellezza.

Una volta, il sito della moglie di Orione (“melograno”) si vantava di essere bella come Era, e la dea la mandò negli inferi. Quando la figlia di Laomedon, Antigone, fece lo stesso, Hera la trasformò in una gru. Dopo che Parigi aveva optato per Afrodite e non per lui, alla fine divenne l’arcinemico Troy.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *